Aspromiele

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME ARCHIVIO PRIMA PAGINA Varie Vespa velutina in Piemonte: trovato un nido a Ormea (CN)

Vespa velutina in Piemonte: trovato un nido a Ormea (CN)

Stampa PDF

(09 ottobre 2018)

ormea-per-sitoIl Calabrone asiatico è presente in Piemonte dal 2013, con segnalazioni concentrate prevalentemente in alcuni comuni del Monregalese in Provincia di Cuneo. Recentemente la specie è stata avvistata per la prima volta anche in alta Val Tanaro, nei pressi della città di Ormea, a molti chilometri di distanza dall’area colonizzata del Monregalese.
Dalla fine di agosto alcuni apicoltori avevano notato alcuni calabroni in predazione davanti agli alveari, situazione che faceva presumere la presenza di uno o più nidi nell’area. Gli apicoltori locali dell’Associazione Aspromiele hanno aumentato il livello di attenzione e potenziato la rete di monitoraggio tuttora presente nel Cuneese.
Pochi giorni fa alcuni cittadini hanno notato e segnalato ai Vigili del Fuoco un nido di Calabrone asiatico in un parco cittadino in prossimità del fiume Tanaro, su un albero a circa 10 metri d’altezza. Gli apiari coinvolti negli avvistamenti distano meno di 1 km dal luogo di ritrovamento del nido; questi dati indicano che si tratta di un nuovo focolaio, e la speranza è che quello trovato ad Ormea sia l’unico nido presente nella zona. Tuttavia il livello di attenzione resta alto, perché non si può escludere a priori la presenza di ulteriori colonie.
Quello rimosso a Ormea è il secondo nido individuato in Piemonte dal 2013, anno in cui era stato segnalato il primo a Monasterolo Casotto (CN). Si può ipotizzare che il Calabrone asiatico si sia insediato in Val Tanaro mediante trasporto passivo di regine fondatrici, data la presenza della rete stradale che permette la comunicazione tra il Piemonte e la Liguria di Ponente e la distanza considerevole rispetto al Monregalese.